Perchè è “Il Predestinato” 

Charles Leclerc è ormai, per tutti i tifosi italiani e non solo, “Il Predestinato”.
Un soprannome gentilmente assegnato al monegasco da Carlo Vanzini, con cui ormai è nato un vero e proprio rapporto caratterizzato da tanta stima e tanto rispetto.
Ma da dove nasce?

Come racconta Vanzini, “tutto è partito da un incontro che ci fu quando lui aveva circa 15 anni. Lo portarono nei nostri studi di Sky per prendere dimestichezza con i media: ci fu un meeting e simulammo una conferenza stampa.
A quel punto gli chiesi: “Oggi partirai dalla pole, ma il tuo compagno lotterà per il mondiale. Come affronterai la corsa?“.

“Charles rispose: “Io gareggio per vincere, punto“. Una risposta che piaceva a noi giornalisti, perchè fa notizia e ti permette di avere tanti temi di cui parlare”.

Allora ci sedemmo per trovare assieme delle risposte più diplomatiche, sul tipo “Mi focalizzerò sul mio gran premio, ma in caso di necessità aiuterò il team“, o qualcosa di simile”.

Ma fu proprio in questo frangente emerse il carattere determinato del Predestinato.
“Finito tutto, tornò da me e mi disse: “Carlo, mi hai fatto una domanda sbagliata. Nessun mio compagno di squadra si giocherà il titolo al posto mio, non capiterà mai“. Rimasi sbalordito dalla sua convinzione: sapeva già che sarebbe arrivato, e da qui nacque il soprannome ‘Il Predestinato'”.

Predestinato, però, Leclerc lo è per davvero.
Lo è negli atteggiamenti, nelle parole, nelle movenze in pista.
E ci sono decine e decine di episodi che lo possono dimostrare: dall’amicizia e le coincidenze con Jules Bianchi alla vittoria in Formula 2 soltanto qualche giorno dopo, dalla maledizione di Montecarlo (che ricorda moltissimo quella di Ayrton Senna in Brasile) all’amore indiscusso che i tifosi della Ferrari provano per lui nonostante abbia vinto “soltanto” 5 gare, meno della metà di quelle vinte da Felipe Massa (11), quasi un terzo rispetto a quelle di Sebastian Vettel (14).

A mancare, ora, è soltanto una vettura capace di portare Charles al titolo: ci ha provato la F1-75 (fallendo miseramente, a parte nelle prime gare), ci proverà la SF23, nata sotto il grande entusiasmo che sta portando la nuova era Vasseur. Ci riuscirà? Parola alla pista.

Foto: Scuderia Ferrari

Ultimi articoli

Charles Leclerc prende un tombino in Bahrain: cosa è successo

Incredibile in Bahrain: dopo Sainz a Las Vegas, anche...

Test F1, Ferrari e Mercedes giù di motore? La situazione

Sia la SF-24, sia la W15 sembrano bassi con...

Ecco il BoP per il Qatar WEC: ACO teme Isotta Fraschini?

È stata pubblicata la tabella contenente i valori del...

La RB20 in Bahrain distrugge ogni tempo: F1, è già 2025?

Mostruosa Red Bull RB20 in Bahrain: Max Verstappen si...

Da non perdere

Charles Leclerc prende un tombino in Bahrain: cosa è successo

Incredibile in Bahrain: dopo Sainz a Las Vegas, anche...

Test F1, Ferrari e Mercedes giù di motore? La situazione

Sia la SF-24, sia la W15 sembrano bassi con...

Ecco il BoP per il Qatar WEC: ACO teme Isotta Fraschini?

È stata pubblicata la tabella contenente i valori del...

La RB20 in Bahrain distrugge ogni tempo: F1, è già 2025?

Mostruosa Red Bull RB20 in Bahrain: Max Verstappen si...

Test F1 in Bahrain LIVE: Verstappen saldamente in testa

Iniziano i Test F1 in Bahrain: segui LIVE l'inizio...

Max Verstappen: a tre punti dal terzo titolo mondiale

Quando tre punti separano Max Verstappen dalla conquista del tuo terzo titolo mondiale...Tre erano i punti che separavano Max Verstappen dal suo terzo titolo...

È la settimana di Monza.

È iniziata la settimana più intensa dell’anno.Questione di attimi. Attimi intensi. È l’Autodromo di Monza, è il Tempio della Velocità, dove le auto più...

Sir Lewis è tornato

Still we rise.“Risorgere ancora”: è il motto di Lewis Hamilton, primo pilota nella storia della Formula 1 ad essere in pole per NOVE VOLTE...