La dipendenza alla velocità

“Ayrton Senna è il mio idolo: guardavo sempre i suoi film con mio papà, ed oltre ad essere un gran pilota era anche una splendida persona, molto religiosa proprio come mia nonna.
Beh, Ayrton un giorno disse che per lui la velocità era come una droga, che una volta provata non ne puoi più fare a meno e che passerai tutto il resto della tua vita a cercarla. Anche per me è così: sono dipendente dalla velocità e ne ho assolutamente bisogno in qualsiasi momento. Sono abituato alla velocità sin da bambino: ci sono persone che non sanno gestirla o che hanno paura, ma io l’ho sempre fatto e ne ho il costante bisogno. È una droga per davvero…”

Si apre così il libro “Le Prodige”, biografia di Charles Leclerc uscita qualche mese fa.
In poche righe Charles esprime la sua intera vita: la famiglia, la passione per le corse, i suoi valori, la voglia di vincere e, soprattutto, questa maledetta velocità, sensazione dalla quale è dipendente.
E non a caso Charles Leclerc e Ayrton Senna sono due tra i migliori piloti di sempre sul giro secco, dove a contare è soltanto la velocità estrema e la perfezione.

La velocità come una malattia: “Per essere vincenti in Formula 1 devi dedicare la tua intera vita al motorsport. Sia quando mi sveglio, sia quando vado a dormire, il mio pensiero è sempre quello: raggiungere i miei obiettivi nel motorsport”.

Il motorsport, però, è attualmente in debito con “Il Predestinato”. Nonostante i drammi che Charles ha vissuto, nonostante le emozioni che fa vivere anche nelle gare meno divertenti, nonostante la sfortuna e la malasorte lo perseguitano come a sfidarlo, come a vedere chi dei due mollerà prima, questo ragazzo continua a vivere al 100% la sua passione con un carattere ed una dedizione rari da trovare negli altri sport. Un ragazzo apparentemente perfetto, più volte illuso di avere l’occasione giusta per portarsi a casa ciò che tanto sogna: il titolo di campione del mondo in Formula 1.

Un difetto? È dipendente dalla velocità.

Fonte immagini: Scuderia Ferrari

Ultimi articoli

Polemica sul podio di Sainz in Bahrain: ecco cosa è successo

Un terzo posto che ha fatto felice lo spagnolo,...

Peugeot 9X8 in Qatar, un’altra batosta: arriva la squalifica! Ecco il perché

Continua a piovere sul bagnato per Peugeot 9X8 in...

L’ANALISI: c’è un problema ritiri in F1. Ora serve cambiare

Ormai è sempre più problema ritiri in F1: per...

POST GARA: tutte le interviste del GP del Bahrain 2024

Gran Premio del Bahrain 2024: le dichiarazioni dei protagonisti

Da non perdere

Polemica sul podio di Sainz in Bahrain: ecco cosa è successo

Un terzo posto che ha fatto felice lo spagnolo,...

Peugeot 9X8 in Qatar, un’altra batosta: arriva la squalifica! Ecco il perché

Continua a piovere sul bagnato per Peugeot 9X8 in...

L’ANALISI: c’è un problema ritiri in F1. Ora serve cambiare

Ormai è sempre più problema ritiri in F1: per...

POST GARA: tutte le interviste del GP del Bahrain 2024

Gran Premio del Bahrain 2024: le dichiarazioni dei protagonisti

1812Km del Qatar: Porsche vince la gara inaugurale del WEC! Ecco il riassunto

Porsche vince la 1812Km dopo 335 giri di gara:...

Max Verstappen: a tre punti dal terzo titolo mondiale

Quando tre punti separano Max Verstappen dalla conquista del tuo terzo titolo mondiale...Tre erano i punti che separavano Max Verstappen dal suo terzo titolo...

È la settimana di Monza.

È iniziata la settimana più intensa dell’anno.Questione di attimi. Attimi intensi. È l’Autodromo di Monza, è il Tempio della Velocità, dove le auto più...

Sir Lewis è tornato

Still we rise.“Risorgere ancora”: è il motto di Lewis Hamilton, primo pilota nella storia della Formula 1 ad essere in pole per NOVE VOLTE...