Imola 2003: “Mamma, questa vittoria è per te“

Il GP di Imola 2003 è ricordato principalmente per la vittoria di Michael Schumacher, nonostante un grave lutto lo colpì in quel weekend tragico…

Imola, 20 aprile 2003.
Michael e Ralf Schumacher sono appena arrivati in Autodromo. Il cielo non sorride: è grigio, cupo, malinconico, come l’umore dei due ragazzi di Kerpen. Michael parte dalla pole, Ralf parte secondo, eppure hanno le lacrime agli occhi.

Dopo le qualifiche del sabato, i due ricevono una chiamata direttamente dall’ospedale: la loro madre, che da due anni combatte contro un brutto male, è stata ricoverata ed ha le ore contate. Aspettare fino a lunedì per darle l’ultimo saluto? Impossibile: Elizabeth potrebbe non farcela.
Michael e Ralf si parlano e decidono: al termine della qualifica torneranno a Colonia, per stare vicino in quella che potrebbe essere l’ultima notte della loro madre.

Così sarà: Elizabeth muore nella notte, con accanto i suoi due amati figli. I due, riportano alcune indiscrezioni, non correranno la domenica: Ferrari promette di non fare alcuna pressione su Michael, ma una sua assenza sarebbe pesantissima in ottica campionato, dopo un inizio disastroso con soli 8 punti in 3 gare.

In gran silenzio, i due Schumacher tornano a Imola presentandosi la domenica mattina in pista. Alla fine ha prevalso la loro dedizione al lavoro, e sono pronti a scattare dalla prima e seconda casella.
Al via sarà Ralf a prendere il comando, riconquistato poi da Michael dopo un duello durato diversi giri, dove i due emozionano tutte le tribune.

Ralf ha poi un problema in pit-lane e chiuderà quarto, mentre Michael passa sotto la bandiera a scacchi per primo: ha vinto.
Ha vinto sopra le difficoltà, ha vinto per una Ferrari in apnea, ma soprattutto ha vinto per mamma Elizabeth. Nessuno, a fine gara, chiederà a chi Michael dedica quella vittoria.

Le uniche gocce sul podio di Imola non sono quelle del tradizionale champagne, ma le lacrime di Michael, degli spettatori e del cielo, che durante la premiazione fa scendere qualche goccia di pioggia come se pure lui stesse piangendo. O forse, è proprio mamma Elizabeth ad essersi emozionata da lassù.

“Credo che oggi Michael abbia mostrato chi è davvero”, dirà a fine gara Jean Todt. Il weekend più difficile in carriera per Schumi, nonostante sportivamente ha conquistato pole position, vittoria e giro veloce nella casa della Ferrari.
Una dimostazione del grande cuore nascosto del Kaiser, spesso coperto dal volto scuro e dall’aggressività feroce in pista.

GUARDA LA STORIA RACCONTATA SU YOUTUBE: https://youtu.be/2rGHjtknkxY?si=MbTstB6XS0spQJVx

Foto: Formula 1, Twitter.com

Articoli correlati

MotoGP ad Austin, che SPETTACOLO! Vince Vinales, 2º Acosta!

È una meraviglia la MotoGP ad Austin: Marquez emoziona...

Wehrlein Conquista Misano: Una Vittoria al Fotofinish!

Misano, dramma all’ultimo giro di gara 2: Rowland si...

Qualifica 2 dell’E-Prix di Misano: Hughes in pole

Hughs porta a casa la sua prima pole position,...
Stefano Zambroni
Lecco, 21 yo | Founder di GPKingdom | Content creator (@zambro.gpk) | Amante di sport e motorsport