Formula 2 2024: da Barcellona a Barcellona, Kimi Antonelli e le giovani sorprese, il RECAP!

by Simone Tuvè

Dai test di Barcellona al Gp di Barcellona, come procede la stagione di Formula 2 2024? Chi sale e chi scende nelle aspettative, chi sarà campione? Ecco i nomi!

A settembre 2023 è stata annunciata la nuova era della Formula 2 a partire dalla stagione 2024: nuove auto, nuovi motori, nuovi duelli, nuovi campioni, stesso spettacolo di sempre! Cambiano i protagonisti, ma si rinnovano gli stessi duelli ruota a ruota fino all’ultimo giro con colpi di scena sempre dietro l’angolo.

Paul Aron, leader di classifica Formula 2 2024
Paul Aron, attuale leader di classifica della Formula 2 2024.

Sembrava che il titolo mondiale dovesse essere un’affare a due, tra Victor Martins e Oliver Bearman, con gli altri a fare da spettatori e raccogliere le briciole ed invece la situazione si è completamente capovolta fin dai test in Barhain. Il mondo alla rovescia: ART e Prema in difficoltà enormi nei test pre-stagionali in Barhain, Rodin Motorsport ed Invicta Racing a farla da padroni, seguiti a ruota dal team Campos. Chi doveva dominare si trova indietro a raccogliere le briciole di chi avrebbe dovuto patire la fame e chi teoricamente doveva trovarsi indietro si trova a guidare il gruppo e la classifica mondiale!

Il primo Weekend è un dominio barbadiano, Zane Maloney su Rodin domina sia la Sprint Race che la Feature Race, lanciandosi in testa alla classifica. La “sorpresa” di inizio stagione è la Campos con Pepe Martì ed Isack Hadjar che sembrano essere davvero in palla. Il Barhain è sempre stata una pista amica del team spagnolo, Ralph Boschung ha vinto la prima gara della scorsa stagione, sempre a Sakhir.

In Arabia Saudita si risvegliano le Prema, con Ollie Bearman che fa registrare la Pole Position prima di salire sulla Ferrari in sostituzione di Carlos Sainz, ma è un caos continuo tra i muri di Jeddah, dove trionfano Hauger prima e Fittipaldi poi. La ART rimane ancora in alto mare, mentre la Prema conquista due sesti posti con Kimi Antonelli.

In Australia è un dominio di Hauger, che tuttavia spreca malamente a Melbourne finendo a muro nella Feature Race quando era primo con distacco. Tra gli errori degli altri e con la Prema e la ART fuori dalle posizioni di rilievo in classifica, si fa notare Paul Aron per la sua costanza a podio ed a punti. Il pilota della Hitech è solidissimo nell’ottenere risultati e sempre fuori dai pericoli di contatti e ritiri.

Ad Imola la marea rossa assiste al giro fenomenale di Bortoleto in qualifica ma che non riesce a capitalizzare in gara, battuto da Hadjar che fa Back to Back in Feature Race e si riporta in lizza per il titolo con 50 punti conquistati in 2 gare. Aron continua, intanto, a macinare punti e podi in modo magistrale, recuperando punti sul primo in classifica Maloney che proprio ad Imola inizia a sentire la pressione del leader di classifica, tra voci di mercato e piloti arrembanti dietro di lui.

A Monaco torna la ART, nella roulette di Montecarlo va in scena la più bella gara della stagione dove a prevalere in gara lunga è Zak O’Sullivan, che con una strategia diversa dagli altri ed aiutato da una Safety Car, innescata da Dürksen, conquista la vittoria su Isack Hadjar che conquista il terzo podio di fila in una Feature Race.

Isack Hadjar, sorpesa della Formula 2 2024
Hadjar, 2 vittorie nelle Feature Race in questa stagione.

Alle porte della gara in Catalogna, la situazione di classifica vede Paul Aron in testa, seguito a ruota da Isack Hadjar e Zane Maloney. La costanza a punti sta premiando moltissimo il pilota Hitech, con le porte della Formula 1 e della Formula E che potrebbero spalancarsi per lui se dovesse continuare in questo modo. Kimi Antonelli? Nella sua stagione d’esordio sta facendo benissimo, cioè esattamente quello che ci si aspetta da un rookie di categoria ed anche di più.

Il quarto ed il settimo posto di Monaco, per uno che non aveva mai corso nel Principato, sono dei risultati eccellenti ed anche i sorpassi tentati a Melbourne. Certo, il rischio di contatto è sempre dietro l’angolo ma Kimi Antonelli sembra essere sempre più vicino ad ottenere ciò che vuole di più: un occasione. Toto Wolff ha chiuso le porte a Carlos Sainz e la FIA ha rivisto il limite d’età per prendere parte a prove ufficiali di un Weekend in Formula 1. I pezzi si muovono sulla scacchiera e sembra che il tempo possa essere davvero giunto per un ritorno di un italiano in Formula 1.

kimi antonelli in williams
Kimi Antonelli, speranza italiana nella Formula 1 del futuro.

E i due favoriti per il mondiale? Tra mille problemi ed errori, Victor Martins e Ollie Bearman sembrano ormai fuori dalla lotta mondiale ma rimangono comunque in lizza per una riconferma in categoria, nel caso di Martins, o per ottenere un posto in Formula 1. È praticamente fatta ormai per Bearman in Haas nel 2025, parteciperà alle PL1 alla guida della Haas, e per Martins rimane la speranza di ottenere un posto in Formula 1 con Alpine o in Formula E con Nissan. Il francese della ART potrebbe comunque rimanere un’altro anno in Formula 2 in attesa di cambiamenti nella categoria principe del Motorsport.

Chi sarà il campione Formula 2 2024? La strada è ancora lunga e tutto può cambiare, per ora in testa alla classifica iridata c’è Paul Aron che non ha ancora vinto un gran premio nella categoria ma che ha fatto della costanza il suo punto di forza. Negli ultimi 3 anni, al di là di Drugovich che ha dominato la stagione di Formula 2 2022, sono stati campioni coloro che hanno anteposto la costanza nel marcare punti alle prestazioni esaltanti costellate però da ritiri e da prestazioni meno convincenti. Mick Schumacher e Theo Pourchaire hanno così coronato il loro sogno di diventare campioni, chi ci riuscirà? Sarà uno tra Aron, Hadjar o Maloney oppure ci dobbiamo aspettare un ritorno delle Prema Racing? Kimi potrà diventare campione? Lo scopriremo solo a dicembre!

Foto: Formula 2

You may also like

Contatti

Scarica l'app

©2024 – Designed and Developed by GPKingdom

Feature Posts