De Vries, che succede? L’esordio in F1 è da horror

Nyck De Vries era sicuramente uno dei volti più attesi della nuova stagione, ma finora il suo esordio si è rivelato al di sotto delle aspettative…

Aveva emozionato tutti con quel suo nono posto a Monza, in quell’esordio a sorpresa con la Williams causa appendicite per Alex Albon. Driver of The Day e occhi di tutto il mondo su di lui, per un pilota che finalmente ha trovato la sua meritata dimensione e una vettura dove esprimere il suo talento.
Da lì poi il contratto in AlphaTauri, da cui ne è finora scaturito un esordio insufficiente.

In quattro qualifiche Nyck non è mai riuscito a battere Tsunoda: epilogo identico anche in gara, dove il giapponese ha sempre preceduto il rookie ex Mercedes EQ.
Non solo: a Baku c’è stato un doppio incidente per De Vries, che sia in qualifica, sia in gara, ha colpito il muro non potendo più continuare la sua gara.

E dire che al suo esordio non si aspettava nemmeno di correre, eppure con una Williams era riuscito ad ottenere 2 punti a Monza, gli stessi che Latifi ha conquistato nell’intera stagione 2022.
Ora sta a lui riscattarsi a Miami, dove avrà l’opportunità di mettere a tacere i primi malumori che stanno sorgendo su di lui.

Foto: Scuderia AlphaTauri

Articoli correlati

Stefano Zambroni
Lecco, 21 yo | Founder di GPKingdom | Content creator (@zambro.gpk) | Amante di sport e motorsport