Gp Emilia Romagna F3, Feature Race: Comanda Meguetounif, grande Trident! Gabriele Minì 6°.

by Simone Tuvè

Primo successo per il francese che vince ad Imola. Sfortunato Fornaroli, che perde il successo per un problema al motore e chiude terzo. 4° Browning. Gabriele Minì 6°

Spettacolo in pista sul circuito intitolato ad Enzo e Dino Ferrari, dove i ragazzi della Formula 3 regalano spettacolo a suon di sorpassi e ruotate fino all’ultimo giro. Gara bellissima, dove alla fine ha prevalso Meguetounif, battendo Goethe e Leonardo Fornaroli, con lui sul podio.

Dopo gli eventi di sabato, dove la direzione gara ha cambiato l’ordine d’arrivo con una decisione post gara, con la vittoria di Goethe e dopo la splendida pole di Santiago Ramos al venerdì, si preparano le 3 Trident e le 3 Prema per prevalere sul circuito di casa. Gara che va in scena sicuramente asciutta, con le previsioni che dicono cielo sereno almeno per tutta la mattina.

Al via partono tutti bene, nessun contatto con Ramos che mantiene la testa della corsa, con le 3 Trident che mantengono il comando della corsa, Beganovic sembrava essere partito meglio di Lindblad e di Goethe ma deve accontentarsi della sesta posizione al termine del primo giro. Gabriele Minì, partito sesto in griglia, termina il primo giro in dodicesima posizione.

Subito grande pressione sul poleman Santiago Ramos da parte del nostro Leonardo Fornaroli che dopo aver perso la Pole venerdì, quasi “rubata” il venerdì, attacca e passa Santiago alla staccata del Tamburello al terzo giro, Goethe passa Meguetounif e rompe la truppa Trident e Luke Browning cerca di riavvicinarsi subito alla testa della corsa passando Dino Beganovic e portandosi in P6. Il giro successivo, nel tentativo di passare Lindblad, dopo un ruota a ruota duro, Browning viene ripassato da Beganovic e deve rifare tutto.

Goethe non vuole essere da meno e con un bellissimo sorpasso all’esterno al tamburello passa Santiago Ramos e si porta in seconda posizione, subito a caccia di Leo Fornaroli che non rompe il gruppo e si mantiene a tiro DRS da parte del tedesco vincitore della Sprint Race di ieri mattina.

Al sesto giro il primo grande colpo di scena: Fornaroli sul rettilineo principale ha un calo di potenza improvviso del suo motore Mecachrome e scende inesorabilmente in quinta posizione, passato da Goethe, dai due compagni di squadra e da Arvid Lindblad. Gabriele Minì intanto risale lentamente il gruppo e si porta in decima posizione, passando prima Sztuka e poi Tramnitz.

Fornaroli, avversario di Gabriele mINì
Gran peccato per Leonardo Fornaroli, dopo i problemi al motore di oggi.

Lindblad non riesce a tenere il passo di Meguetounif e Ramos, che rimangono attaccati al neo-leader Goethe, facendo leggermente da tappo su Fornaroli che ne ha visibilmente di più ma che non riesce a completare il sorpasso nonostante il miglior passo gara. Al terzo tentativo però, giro 10, Fornaroli attacca e passa il pilota prema della Red Bull Academy e si porta all’inseguimento del compagno di squadra Meguetounif. Il grio successivo, a metà gara, Lindblad deve arrendersi anche a Browning che si getta all’inseguimento del rivale principale per il mondiale.

Continua la rimontona di Gabriele Minì che passa anche Leon e Van Hoepen. È un calvario il weekend imolese per il pilota messicano, che dopo la penalità di ieri, viene penalizzato anche oggi per un contatto con Tim Tramnitz. Cambio di posizioni anche in casa Trident, con Meguetounif che passa Santiago Ramos e si getta all’inseguimento di Ollie Goethe. Fa il gambero Lindblad, che dopo aver perso la posizione su Fornaroli perde in 2 giri posizioni anche su Browning, Beganovic e Minì.

Comincia il degrado delle gomme, dove chi ha gestito al meglio le coperture durante la prima parte della corsa ha la possibilità di dire la propria sul finale di gara per le posizioni che contano. Giro 14, Leonardo Fornaroli indiavolato si prende la terza posizione superando un Santiago Ramos che pare in difficoltà, marcato a uomo anche da Luke Browning.

Il primo che va in difficoltà del gruppo di testa è proprio Santiago Ramos, superato sia da Browning che da Dino Beganovic. Meguetounif sembra invece non avere assolutamente nessun problema, macinando tempi assolutamente convincendi e riducendo tutto il distacco che lo separava da Ollie Goethe. Il tedesco è andato in grande difficoltà negli ultimi 2 giri e sembra poter essere attaccato da Meguetounif, l’attacco e il sorpasso avviene cattivissimo al giro 18, all’esterno alla staccata del tamburello. Al giro successivo, quando ne mancano 3 alla fine, arriva anche il nostro Leonardo Fornaroli negli scarichi di Goethe.

Non riesce ad arrivare il sorpasso dell’italiano sul tedesco, per via di una grande difesa del pilota Campos, che mantiene la seconda posizione fino al traguardo alle spalle di un fantastico Sami Meguetounif che vince ad Imola e porta il trofeo della vittoria in casa Trident qui a casa nostra. Sul podio con lui vanno Goethe e Leonardo Fornaroli, che avrà sicuramente da recriminare per quel calo di potenza occorso alla sua Trident nel corso dei primi giri, in lacrime nel retropodio. Buona la rimonta di Gabriele Minì che chiude al sesto posto, dietro Beganovic.

I primi 10 oggi al tragurdo: Meguetounif, Goethe, Leonardo Fornaroli, Browning, Beganovic, Minì, Lindblad, Ramos, Boya, Montoya. Cambia la classifica iridata dove adesso in testa passa il nostro grande Leonardo Fornaroli, che può consolarsi con il primato iridato provvisorio e sognare in grande. Alle sue spalle però sono tutti molto vicini, servirà quindi molta costanza e dedizione per portare a casa il successo finale.

L’appuntamento ora è per Monaco, con la Formula 3 che correrà sulle vie del Principato, dove ci aspettano gare con pochi sorpassi ma con tantissima tensione; servirà tutto il talento dei nostri giovani ragazzi per prevalere sulle vie del Principato. Alla prossima settimana con la Formula 3!

Foto: Formula 3

You may also like

Contatti

Scarica l'app

©2024 – Designed and Developed by GPKingdom

Feature Posts