Nuove gomme a Imola: Pirelli riporta la mescola C5, Ferrari in vantaggio?

Novità comunicata da Pirelli: pronte infatti nuove gomme a Imola, con le mescole più morbide in azione, come in Australia. Un vantaggio per Ferrari?

Il weekend del primo GP europeo, a 8 mesi dal 3 settembre scorso, è finalmente alle porte. E si riparte proprio a casa nostra, dove ci eravamo lasciati, questa volta a Imola. Il circus riparte ancora una volta da una pista italiana, inaugurando il ciclo di gare europee tra maggio e settembre, il periodo più atteso dell’anno. E lo farà con alcune novità giunte da Pirelli stamani, in merito al tema gomme. Per il fine settimana, la società italiana ha infatti comunicato che fornirà ai team nuove gomme a Imola, le più morbide possibili. Qualcosa già visto a Melbourne a marzo, e che molti team invocano si verifichi ancor più costantemente in questa annata.

Le nuove gomme a Imola le più morbide di tutto il Mondiale: qui in foto le gomme Pirelli di questa stagione

Pirelli ha comunicato che le nuove gomme a Imola saranno le seguenti: la mescola più morbida sarà la C5, la media la C4, la dura la C3. Che differenza rispetto al solito? Semplicemente che la gomma rossa, cui siamo abituati a vedere nella maggioranza dei GP, ossia la C4, diventerà gialla questo weekend, così come “scalerà” di rango anche la gialla, passando a essere gomma hard. Il tutto per una mescola se vogliamo “ultramorbida”, come la C5, già vista in Australia.

Le nuove gomme a Imola un vantaggio per Ferrari?

La novità appena comunicata da Pirelli, potrebbe cominciare a rallegrare molti ferraristi, specialmente se si pensa a ciò che abbiamo visto in Australia due mesi fa. Ricordiamo tutti infatti, che lì la Rossa ha sicuramente sfornato la miglior performance stagionale, con una doppietta netta, e lottando (anche se poi favorita dal ritiro di Verstappen) anche con Red Bull. Ma è davvero così? Questa scelta è davvero così vantaggiosa per Ferrari? E Red Bull sarebbe davvero ancora battibile?

La risposta non è semplice da dare. Partiamo col dire che a Imola vedremo definitivamente i valori di tutti i quattro top-team, poiché oltre alla nuova Ferrari (e alla già “spoilerata” a Miami, McLaren), anche Mercedes e Red Bull porteranno novità. Ma ovviamente, come anche confermato da Vasseur, ci si aspetta quel passo in avanti da parte del Cavallino. E gli aggiornamenti sicuramente, se effettivamente la SF-24 dovesse essere così sbalorditiva, andrebbero ben oltre la tematica gomme più morbide. Ma è altrettanto veritiero, che Ferrari ha sempre dimostrato di avere un gran feeling con le gomme morbide, in particolar modo a temperature bollenti, poiché sembra sia stato abolito il patema degrado. E l’Australia lo ha confermato.

Nuove gomme a Imola: si ritornerà a utilizzare le mescole più morbide come a Melbourne, dove Carlos Sainz e Ferrari vinsero

Per quanto riguarda Red Bull? Beh, difficile rispondere. Anche qui ad essere impattanti saranno certamente gli ultimi sviluppi e le novità che Horner e i suoi porteranno in Italia. Non è andata sicuramente giù la gara di Miami, dove Red Bull è stata sovrastata da Norris e McLaren, oltre che a non aver mai dato l’impressione di essere imbattibile nell’arco dei tre giorni americani. Ma climaticamente, i tori austriaci soffrono le condizioni di afa e temperature di asfalto elevate, nonché più problematiche sulla guida per entrambi i piloti.

E, in aggiunta a ciò, da tenere d’occhio la situazione pit-stop: l’avere nuove gomme a Imola, più morbide, è sicuramente uno svantaggio in termini di gestione dei pneumatici, che potrebbe condurre a una gara a due soste. Soprattutto se poi ci sarà un clima abbastanza caldo in Romagna. Insomma tutti ingredienti che rendono ancora più intenso il weekend più atteso da noi italiani, forse quello più importante di quest’inizio di stagione. Sicuramente il più bello.

Foto: Scuderia Ferrari HP, Pirelli_motorsport

Articoli correlati