F1 Sim Racing World Championship 2023/2024: Frederik Rasmussen è campione, Ferrari vince il costruttori!

Si è concluso nella giornata del 9 maggio il F1 SIM RACING WORLD CHAMPIONSHIP 2023/2024. Anche nel virtuale a trionfare è un pilota Red Bull, Frederik Rasmussen, mentre la Scuderia Ferrari di Nicolas Longuet e Bari Broumand conquista il titolo costruttori.

Si decide tutto ad Abu Dhabi: come nella vita reale nel 2021, anche qui nel mondo virtuale di F1 2023 i due titoli mondiali si sono decisi all’ultima gara sul circuito di Yas Marina. Con le vittorie di Thomas Ronhaar (KICK F1 SIM RACING TEAM) nella gare di Mexico City e San Paolo e quelle di Bari Broumand (Scuderia Ferrari Esports) in quelle di Las Vegas e Qatar, il campionato sembrava più aperto che mai con i primi 3 in classifica rinchiusi in soli 16 punti.

Il due volte campione del mondo Esports della Mercedes-AMG Petronas Esports Team, Jarno Opmeer rimane matematicamente escluso dalla lotta mondiale soltanto dopo la penultima gara in Qatar, nonostante due terzi posti a San Paolo e in Qatar. Questi risultati non bastano a renderlo partecipe della lotta al titolo fino all’ultima gara. Complice un’annata non semplice, l’olandese conclude la stagione 2023/2024 con soltanto una vittoria e altri 3 podi, che gli valgono la quarta posizione finale in classifica.

Con le qualifiche da svolgersi nella mattina del 9 maggio, la classifica mondiale era così composta: Frederik Rasmussen leader con 160 punti, seguito da Thomas Ronhaar a quota 147 punti, e Bari Broumand a 144 punti. Nella classifica costruttori invece, la Scuderia Ferrari Esports Team al comando con 237 punti. Una posizione in classifica possibile grazie alle ottime prestazioni dei round di Las Vegas e Qatar, che aveva visto il team di Maranello concludere entrambe le gare con una doppietta dopo essere partiti in entrambe le occasioni dalla pole position (a Las Vegas con Nicolas Longuet e in Qatar con Bari Broumand).

Dopo un’accesa lotta che vede tutti e tre i contendenti al titolo sfidarsi fino all’ultimo giro in Q3, a spuntarla è Thomas Ronhaar con la sua KICK F1 SIM RACING TEAM, con Bari Broumand a condividere con lui la prima fila, e Nicolas Lounguet in terza posizione. Solo settimo il leader del campionato Frederik Rasmussen. Conquistando la pole position, Ronhaar si aggiudica anche il punto addizionale dedicato, estendendo il suo vantaggio a 17 punti.

Con entrambi i titoli ancora in gioco, piloti e team si preparano all’ultima gara sul circuito di Yas Marina: c’è da sottolineare come la sessione di qualifica, così come le precedenti gare, siano spesso incappate in molti inconvenienti tecnici e logistici. Basti pensare come dopo la prima gara del Bahrain disputata il 25 novembre 2023 a Jönköping, in Svezia (evento che si è tenuto per la prima volta con tutti i piloti in LAN, ovvero in persona in un unico luogo, dal 2019), che ha visto Thomas Rohnaar partire dalla pole position e vincere la gara, siano passati ben 5 mesi per riprendere questo evento a causa di numerosi problemi organizzativi. A partire dal 10 aprile, le restanti gare sono state divise in 2 eventi composti da 6 e 5 gare ciascuno, svoltesi nelle giornate del 10-11-12 aprile e 7-8-9 maggio.

Tornando all’ultima gara ad Abu Dhabi, questa vede il poleman Ronhaar compiere un’ottima partenza e riuscire ad imprimere il suo passo fin dai primi giri. Il pilota KICK F1 SIM RACING TEAM riesce a sfruttare appieno le sue gomme soft e a resistere per ben 10 giri ai tentativi di attacco delle due Scuderia Ferrari Esports, salvo poi doversi arrendere all’11esimo giro. Nel frattempo il leader di campionato Rasmussen, che era invece partito con le gomme hard, battagliava intorno alla settima/quinta posizione.

Con Nicolas Lounguet il primo a fermarsi di quelli con le gomme soft, ci ritroviamo al giro 17esimo con i tre contendenti al titolo vicini anche in pista. La differenza sta però nella vita della gomma media appena montata dal pilota Red Bull, mentre Broumand e Ronhaar si ritrovano gomme medie più vecchie rispettivamente di 4 e 3 giri. Ed è proprio questa differenza di usura delle gomme che farà la differenza nella battaglia degli ultimi 5 giri.

Con la Scuderia Ferrari Esports in procinto di portarsi a casa la terza doppietta consecutiva, la differenza di usura degli pneumatici inizia a farsi sentire, e così le due monoposto diventano vulnerabili ai colpi degli avversari. Alla lotta per il podio si uniscono anche Frederik Rasmussen e Jarno Opmeer, che era partito dalla decima posizione in griglia. Una lotta dura e molto al limite, vede trionfare un inaspettato Alfie Butcher con la MoneyGram Haas F1 Team Esports, alla sua seconda vittoria in carriera dopo la prima arrivata a Spielberg.

Thomas Ronhaar conclude in seconda posizione, e un’altra sorpresa degli ultimi giri si aggiudica il terzo gradino del podio: si tratta di Daniel Bereznay, con la sua Mercedes-AMG Petronas Esports Team. Frederik Rasmussen conclude al quarto posto, e questo risultato gli basta per essere incoronato F1 SIM RACING WORLD CHAMPION 2023/2024. A Thomas Ronhaar va anche il secondo posto in classifica piloti, con Bari Broumand, che complice un settimo posto finale in gara conclude la sua prima stagione in Scuderia Ferrari Esport al terzo posto nel campionato. Giù dal podio dopo un’ottima gara, anche l’altra Scuderia Ferrari Esports di Nicolas Lounguet che conclude solo quinto al traguardo.

Nonostante la delusione dell’ultima gara, la Scuderia Ferrari Esports diventa F1 SIM RACING WORLD CHAMPIONSHIP TEAM CHAMPION 2023/2024 con 253 punti finali, conquistati grazie a 3 vittorie, 7 podi, 5 pole position e un giro veloce. Al secondo posto il team KICK F1 SIM RACING TEAM con 213 punti e medaglia di bronzo per il Oracle Red Bull Sim Racing con 209 punti. Nella classifica piloti trionfa Frederik Rasmussen con 172 punti, secondo Thomas Ronhaar con 166 punti e terzo Bari Broumand con 150 punti.

Piccola curiosità: i primi tre in campionato condividono lo stesso numero di vittorie stagionali, ovvero tre, mentre il maggior numero di pole position va a Thomas Ronhaar, che ne ha conquistate ben 4 nell’arco delle 12 gare disputate. A Jarno Opmeer va invece il DHL Fastest Lap Award, per il maggior numero di giri veloci conquistati, ovvero 3.

Rasmussen conquista il titolo piloti dopo essere arrivato secondo nelle ultime tre edizioni disputate.

Classifica finale piloti del F1 SIM RACING WORLD CHAMPIONSHIP 2023/2024 (photo: formularapida.net)
Classifica finale costruttori del F1 SIM RACING WORLD CHAMPIONSHIP 2023/2024 (photo: formularapida.net)

Articoli correlati