La furia di Daniel Ricciardo in Cina: “Stroll? Ero calmo, ora mi fa incaz**re!”

Non è andato giù a nessuno l’incidente tra Lance Stroll e Daniel Ricciardo in Cina: i due si sono accusati a vicenda, con l’australiano particolarmente nervoso…

Ti stai giocando il sedile e la carriera, vieni da un incidente al via a Suzuka dove sei incolpevole e… improvvisamente, mentre stai portando a termine una grande gara, ti colpiscono durante la Safety Car e la tua gara è conclusa. Questo è quanto successo domenica mattina a Daniel Ricciardo in Cina: una beffa che certo brucia al pilota australiano, ancor di più se poi, nelle conferenze stampa, vieni accusato di colpevolezza dallo stesso colpevole dell’incidente, Lance Stroll.

L'incidente tra Lance Stroll e Daniel Ricciardo in Cina
L’incidente tra Lance Stroll e Daniel Ricciardo in Cina

Così Stroll ha commentato l’impatto accaduto in Cina nel caos dopo la ripartenza: “Oggi eravamo sulla buona strada per ottenere un buon risultato. Le gomme Soft si erano comportate bene all’inizio della gara e ho fatto un paio di sorpassi cruciali per salire in zona punti. Abbiamo cronometrato bene la nostra sosta sotto il VSC e penso che il nono posto fosse nelle carte. Poi, quando è entrata la Safety Car, c’è stata una reazione a catena con tutte le vetture davanti che hanno improvvisamente rallentato. Non ho avuto abbastanza tempo per reagire ed evitare il contatto con Daniel Ricciardo“.

“Sinceramente è frustrante, perché mi sono ritrovato con la penalità, ma l’incidente è stato causato da una frenata improvvisa di qualcuno davanti al gruppo. Dopo il cambio dell’ala anteriore eravamo ultimi, il che significava che la nostra gara era effettivamente finita. È un peccato perdere punti, ma ci riorganizzeremo in vista di un altro weekend Sprint a Miami”, ha concluso Stroll.

Parole che, sin da subito, hanno lasciato esterrefatto il pilota della Racing Bulls, giustamente convinto di essere totalmente incolpevole nella dinamica: dalle immagini si nota infatti come Lance Stroll guardi lo specchietto poco prima dell’impatto, distrazione probabilmente fatale nella dinamica e pagata a caro prezzo sia dallo stesso canadese, sia da Ricciardo.

Ricciardo rientra ai box dopo l'incidente: per lui sarà ritiro
Daniel Ricciardo in Cina rientra ai box dopo l’incidente: per lui sarà ritiro

Le parole sull’incidente di Daniel Ricciardo in Cina

Subito dopo, gli addetti ai lavori hanno assistito alla furia di Daniel Ricciardo in Cina, durante la consueta conferenza stampa, “Piano piano mi sono calmato… poi però mi hanno detto cosa pensava Lance dell’incidente. Chiaramente sono un idiota ed è colpa mia, no? Questo mi fa ribollire il sangue. Era chiaro cosa stava succedendo, eravamo dietro la Safety Car e l’unica cosa che doveva fare era guardare la macchina davanti a lui”.

“Ho provato a non dire quello che volevo dire, ma… che vada a fanc*lo, e mi sono anche trattenuto. Non dirò di più, ma forse quando si guarderà indietro e guarderà le cose, si prenderà la responsabilità dell’accaduto. Non posso aiutarlo se non lo fa. Anche avere un incidente in gara è ovviamente molto frustrante, ma queste cose non dovrebbero accadere dietro la Safety Car”.

“L’ho guardato in macchina e quello che mi ha fatto incaz**re è stato che quando abbiamo iniziato a frenare ha guardato a destra. Stava pensando alla corda alla curva 14 e non mi ha nemmeno visto! Non so cosa stesse facendo o dove avesse la testa, ma l’unica cosa che devi fare in questa situazione è preoccuparti per la macchina davanti a te. A quanto pare non l’ha fatto”, ha concluso un furioso Ricciardo, per la seconda volta consecutiva fuori dai punti non per causa sua.

Foto: Visa CashApp RB F1 Team

Articoli correlati

Stefano Zambroni
Lecco, 21 yo | Founder di GPKingdom | Content creator (@zambro.gpk) | Amante di sport e motorsport