FP2 Giappone: 1° Piastri su pista bagnata, in 11 senza tempo! Sargeant OUT

Nelle FP2 Giappone domina il bagnato: le condizioni di pista umida non permettono una buona attività in pista. Piastri in testa, Perez e Verstappen senza tempo

Si chiudono le FP2 Giappone con un solo leader: la pioggia. Una condizione di umido, nel mezzo tra la gomma slick e quella intermedia, non favorisce una buona attività in pista e anzi porta diversi piloti a non totalizzare nemmeno il tempo: sono in 11 a non avere nemmeno il tempo, tra i quali le due Aston Martin, le due Red Bull e la Mercedes di George Russell.

FP2 Giappone: Sargeant ai box per un incidente nelle FP1
FP2 Giappone: Sargeant ai box per un incidente nelle FP1

Non prende parte alla sessione Logan Sargeant: troppi i danni sulla sua Williams, che già partiva danneggiata visto che correva con il telaio precedentemente distrutto da Albon, dopo l’incidente nelle FP1, tra curva 7 e curva 8. Il pilota statunitense ha perso il controllo della monoposto ed è andato a sbattere sia con l’anteriore, sia il posteriore: grande lavoro per il team di Groove, che ancora una volta dovrà mettersi pesantemente al lavoro.

La cronaca delle FP2 Giappone

In pista non succede assolutamente nulla nei primi 20 minuti, a causa dell’umidità del circuito nipponico: il primo a battezzare il tracciato è Lewis Hamilton, rientrando poi un giro dopo. Lo stesso fa Daniel Ricciardo qualche minuto dopo: troppa acqua e troppo bagnato, condizione che non fa “sprecare” gomme e componenti ai piloti con condizioni che non dovremmo più rivedere durante il corso del weekend.

L’attività maggiore in pista è sul finale, quando Oscar Piastri si diverte con le gomme soft totalizzando il miglior tempo in 1.34.725. Dietro di lui al secondo e terzo posto Lewis Hamilton e Charles Leclerc, con l’inglese distacato di 5 decimi. Il pilota della Ferrari invece, nonostante il podio delle libere, è dietro di 4 secondi in un giro certamente non al pieno delle potenzialità della SF-24. Seguono poi le Racing Bulls di Tsunoda e Ricciardo a 6 e 7 secondi, entrambe però con gomme intermedie.

Completano una top 10 certamente di poco valore Norris, Sainz, Ocon e Magnussen, con il 10° tempo non messo a segno da nessuno.

Foto: Formula 1

Articoli correlati

Stefano Zambroni
Lecco, 21 yo | Founder di GPKingdom | Content creator (@zambro.gpk) | Amante di sport e motorsport