Sargeant sacrificato dalla Williams: correrà con il telaio di Albon fino al GP di Miami

Sargeant correrà a Suzuka con il telaio di Albon, distrutto nelle prove libere del GP di Melbourne. L’americano avrà a disposizione questa specifica fino al GP di casa, Miami.

Nessuna novità positiva in quel di Groove: questa mattina la Williams ha infatti confermato che Logan Sargeant correrà con il telaio di Albon dal GP di Suzuka fino a quello di Miami, specifica precedentemente distrutta dal thailandese nelle prove libere in Australia. La Williams si è dimostrata un’altra volta molto dura nei confronti del classe 2000, prediligendo le prestazioni del compagno di squadra nei suoi confronti: Logan infatti non ha ancora garantito le prestazioni di Alex e James Vowles, Team Principal del team, ha deciso di virare verso una soluzione che vada a favore delle prestazioni della squadra.

Sargeant userà il telaio di Albon a Suzuka: arriva la conferma della Williams
Sargeant userà il telaio di Albon a Suzuka: arriva la conferma della Williams

La scuderia britannica si trova così a dover affrontare una questione difficile da gestire che potrebbe instaurarsi a breve, ovvero un potenziale rapporto scricchiolante tra la coppia di piloti. Se fino a questo momento la loro relazione era distesa e rilassata, adesso il ragazzo della Florida potrebbe accusare il colpo anche emotivamente, ritrovandosi senza motivazioni su cosa lottare. Motivazione che dovrebbe riuscire a trovare facilmente grazie al rinnovo di contratto (in scadenza a fine 2024) non ancora formalizzato, ma molto lontana dall’essere realtà anche a causa del grande arrivo del bolognese Kimi Antonelli.

Williams indietro sugli sviluppi: l’errore di Albon costa caro

Per quanto il problema telaio possa essere risolvibile, ce n’è uno ancor più grande che interessa James Vowles ed il suo team, ovvero l’arretratezza negli sviluppi della squadra. La Williams infatti era arrivata ai test in Bahrain senza neanche il terzo telaio di riserva, confidando sul fatto che i piloti non commettessero errori compromettenti nonostante le tappe di Jeddah e Melbourne fossero tracciati cittadini semi-permanenti in cui si paga caro anche il minimo sbaglio… errore che all’Albert Park è arrivato. Chiaro che, per un team blasonato come la Williams, arrivare senza telaio di riserva è un danno d’immagine non da poco per il marchio di Groove.

L’annuncio dello scambio di telaio tra i due piloti è arrivato stamattina proprio tramite Sargeant, che ha usato queste parole: “Correrò con il telaio di Albon che è stato riparato perché invertire le vetture avrebbe comportato un carico di lavoro troppo pesante per i meccanici. Ma le riparazioni del telaio sono andate meglio del previsto.

GP di Suzuka che adesso è alle porte, con le prove libere 1 domani alle 4.30 di mattina, seguite dalle FP2 alle 8. Appuntamento che per Sargeant sarà fondamentale, anche per provare a dimostrare di valere davvero un sedile di Formula 1.

Foto: X, Williams F1 Racing Team

Articoli correlati