GP Australia F2, Sprint Race: Hadjar, vittoria ed investigazione! Kimi Antonelli ritirato!

Il pilota francese vince la gara più corta del weekend, ma è tutto in bilico, podio per Hauger che si rilancia in classifica. Ritirato Kimi Antonelli.

Dopo due settimane di pausa, ritorna la F2 in Australia, alla seconda apparizione della sua storia. Hadjar conquista la vittoria dalla terza posizione di partenza, per via dell’inversione della griglia.

Gara che si apre subito con un colpo di scena ancor prima della partenza perchè Fittipaldi deve partire dalla pit lane per un problema tecnico accorso alla sua VAR. Il vero primo grandissimo colpo di scena lo troviamo circa 100 metri dopo il rettilineo di partenza, allo spegnimento dei semafori infatti Bortoleto, secondo in griglia, parte male e viene affiancato da Hadjar e Pepe Martì; il francese in cerca di spazio spinge il compagno di squadra spagnolo verso Bortoleto ed il contatto tra il brasiliano e lo spagnolo è inevitabile, così come è inevitabile il ritiro e la Safety Car in pista.

Ad approfittare della partenza caotica sono Kimi Antonelli, sesto alla ripartenza, Martins risalito in tredicesima posizione dopo non aver praticamente partecipato alla gara di ieri e Paul Aron, in terza posizione. Nono Hauger, con il poleman che è rimasto tranquillo in questa partenza movimentata. La direzione gara si muove con una valanga di investigazioni su Maini, O’Sullivan, Hadjar, Martì, Bortoleto, Aron e Maloney.

Si riparte al giro-7 con la spada di Damocle della investigazione, che verrà approfondita dopo la gara, che pesa sulla testa di Hadjar che allunga subito sui suoi inseguitori. Maloney compie un errore a curva-7, dove Albon ha toccato il muro nella giornata di ieri in F1, e perde posizioni fino a scalare in decima. Intanto le due MP suonano la carica e passano nel giro di poche curve la ART di O’Sullivan. Lì davanti intanto, dietro Hadjar, si infiamma la battaglia per la seconda posizione con Stanek che non tiene il ritmo di Hadjar e Aron, Maini, Antonelli e Verschoor che provano a sopravanzarlo.

Il colpo di scena arriva al giro 10, con Paul Aron che in uscita dalla White viene attaccato da Maini verso curva Ascari, ma arriva un arrembante, forse troppo, Kimi Antonelli che con una staccata clamorosa ne passa due e prova ad attaccare anche Stanek ma alla curva Stewart l’italiano perde il posteriore della sua Prema, forse toccato da Verschoor, e si gira. Si gira anche Verschoor ed anche Paul Aron in tutto questo ha la peggio, danneggiando la sua ala anteriore. Safety Car in pista e ritiro per Kimi e Verschoor. Sotto investigazione i protagonisti del contatto Verschoor, Antonelli ed Aron.

kimi antonelli formula 2
Comunque promosso Kimi Antonelli, che regala spettacolo a suon di sorpassi in Australia

La ripartenza, l’ennesima, avviene al giro-15, con Paul Aron che rimane in pista con la sua Hitech ma non riesce a tenere la macchina ed è costretto al pit-stop per cambiare l’ala anteriore. Lo spauracchio di un’ennesima Safety arriva al giro-17 quando Dürksen si gira in uscita dalla White, ma la vettura di sicurezza non viene chiamata in causa. Hadjar scappa ancora, Stanek non riesce a tenere il passo del francese ma riesce comunque a mantenere la seconda posizione fino al traguardo, resistendo agli attacchi di Maini prima e di Hauger poi, con il norvegese in Pole Position nella gara di domani che al penultimo giro riesce a passare l’indiano e prendersi l’ultimo gradino del podio.

Da segnalare l’ottima rimonta di Victor Martins, che dalla ventunesima posizione riesce a risalire fino alla settima posizione, conquistando due punti e compiendo davvero una rimonta clamorosa. A chiudere la zona punti troviamo Ollie Bearman, che scavalca O’Sullivan all’ultimo giro di gara e riesce a conquistare un punto.

I primi 8 a punti oggi: Hadjar (sub judice), Stanek, Hauger, Maini, Colapinto, Miyata, Martins, Bearman. O’Sullivan e Crawford completano la top-10. Gara incolore per il leader di classifica Zane Maloney, che compie diversi errori e sembra irriconoscibile rispetto alle gare in Medio Oriente. Gara a due volti per il nostro Kimi Antonelli: da un lato la delusione del ritiro ma dall’altro la consapevolezza di aver provato e completato un sorpasso da capogiro su due avversari diretti in pista in un punto dove superare è davvero difficile.

L’appuntamento con la Formula 2 è per domani con la Feature Race, ore 01.30 italiane. Kimi Antonelli parte dalla prima fila in griglia di partenza, ma occhio alle penalità che potrebbero cambiare tutto! Riuscirà Martins a compiere un’altra rimonta? Attenzione anche a Maloney, che deve dimostrare di meritare la leadership del mondiale. A domani!

Foto: Formula 2

Articoli correlati