Il debutto di Lando Norris: cinque anni fa l’esordio in Formula 1

Cinque anni fa il debutto di Lando Norris in Formula 1: ad oltre mille giorni da quell’evento, ecco come sta andando…

Dopo aver vinto il campionato di Formula 3, nel 2017, diventando il più giovane campione europeo, entra a far parte della famiglia della McLaren come pilota di riserva; ai test di Budapest di quell’anno, debutta nella monoposto di Formula 1 segnando il secondo miglior tempo alle spalle di Sebastian Vettel

Cinque anni dal debutto di Lando Norris: eccolo, durante il Gran Premio di Sochi nel 2021
Cinque anni dal debutto di Lando Norris: eccolo, durante il Gran Premio di Sochi nel 2021

Due anni dopo, il 17 marzo 2019, il debutto di Lando Norris in F1 come pilota della scuderia di Woking al fianco dello spagnolo, Carlos Sainz, con il quale ha una delle amicizie più amate dai fans. Un inizio niente male per il rookie inglese che conquisterà undici piazzamenti a punti concludendo la stagione in undicesima posizione. 

È il 2021, però, l’anno che vede una delle migliori stagioni per il pilota: quattro podi, una pole position, un settimo posto nella classifica piloti con 122 punti e il rinnovo del suo contratto con la McLaren fino al 2025. Tuttavia, il Gran Premio di Russia è un boccone amaro da digerire per Norris

Cinque anni dal debutto di Lando Norris: il disastro di Sochi

Dopo aver conquistato la sua prima pole position e riportato la scuderia di Woking in prima fila dopo nove anni, con un distacco di +0,517 dal suo ex-compagno di squadra Carlos Sainz, Norris non riuscirà a mantenere la prima posizione fino allo sventolare della bandiera a scacchi. 

Certo che speravo di vincere: pensavo la pista tenesse, la pioggia non era così forte e non abbiamo previsto che sarebbe iniziata a intensificare. Altri team hanno azzeccato la previsione, noi no, sono stati più bravi gli altri. Abbiamo sbagliato sia io che il team. Sono molto deluso, abbiamo fatto un weekend ottimo, ma una sola decisione ci è costata tutto il lavoro” – aveva detto il pilota nelle interviste post-gara. 

La gara verrà vinta da connazionale Lewis Hamilton che raggiungerà il record di 100 vittorie in Formula 1; per l’inglese della McLaren, invece, la gara terminerà in settima posizione. 

2023: l’anno del riscatto

Senza alcun dubbio, la passata stagione è stata la migliore per Norris. Nonostante l’inizio di stagione deludente con una monoposto per niente competitiva e il nuovo compagno di squadra Oscar Piastri, Lando Norris riesce a raggiungere il miglior record personale: sette podi, di cui uno durante il Gran Premio di casa, quello di Silverstone, dove arriverà secondo davanti a Lewis Hamilton, e quattro consecutivi tra Singapore e Austin. 

Cinque anni dal debutto di Lando Norris: qui insieme al compagno di squadra Oscar Piastri e il team principal Andrea Stella insieme al team dopo il Gran Premio del Brasile 2023
Cinque anni dal debutto di Lando Norris: qui insieme al compagno di squadra Oscar Piastri e il team principal Andrea Stella insieme al team dopo il Gran Premio del Brasile 2023

Per la stagione del 2024, è ancora tutto da vedere. Riusciranno Lando Norris e la McLaren a portare a casa la sua prima vittoria in Formula 1?

Carlos Sainz e Max Verstappen: nove anni dall’esordio 

Solo nove anni e due giorni fa, anche Carlos Sainz, ex compagno di squadra del pilota inglese, e il tre volte campione del mondo Max Verstappen facevano il loro ingresso nel circus della F1 per la scuderia Toro Rosso (oggi Visa CashApp Racing Bull, ex AlphaTauri). Importante ricordare che i due rookies del 2015 sono stati gli unici piloti a salire sul gradino più alto del podio nella passata stagione.

Foto: McLaren

Articoli correlati