Polemica sul podio di Sainz in Bahrain: ecco cosa è successo

Un terzo posto che ha fatto felice lo spagnolo, ma meno qualche tifoso social: è polemica sul primo stagionale podio di Sainz in Bahrain

È polemica sul podio di Sainz in Bahrain. Lo spagnolo, protagonista di un’ottima gara nel complesso, fatta di sorpassi decisi e di un passo gara nettamente migliore rispetto a quello della SF-23 nella stessa pista, è arrivato nel parco chiuso e, a quanto pare… non ha trovato nessun meccanico della Ferrari ad accoglierlo, ma soltanto il papà Carlos Sainz Sr. assieme ad un amico.

Social furiosi per il podio di Sainz in Bahrain: Ferrari non ha festeggiato?
Social furiosi per il podio di Sainz in Bahrain: Ferrari non ha festeggiato?

Sui social, in particolare su X (ex Twitter), sono scattate subito le reazioni di rabbia e di ingiustizie, gridando al complotto e ad un box già “Leclerc-centrico in vista del 2025, quando Sainz farà le valigie per lasciare spazio a Sir Lewis Hamilton.
Ferrari che avrebbe quindi già abbandonato Sainz a sè stesso: sceso dalla vettura, Carlos non ha trovato gli uomini del Cavallino a celebrare il suo risultato.
Ma davvero Ferrari non ha festeggiato Sainz?

Sainz non festeggiato? No, ecco cosa è successo

Nulla di più falso, in realtà: la lunga schiera di meccanici Red Bull, presenti numerosi vista la doppietta Verstappen-Perez, ha costretto i tecnici della Rossa a posizionarsi più defilati lungo le transenne posizionate dalla FIA, ma come si vede dalle immagini gli uomini della Rossa erano presenti a festeggiare il terzo posto del pilota spagnolo, il quale in primis si è congratulato con i ragazzi di Maranello.

La verità sul podio di Sainz in Bahrain: Ferrari era presente, ma defilata
La verità sul podio di Sainz in Bahrain: Ferrari era presente, ma defilata

Risultato commentato così da Frederic Vasseur, voglioso di raggiungere e lottare con Red Bull: “La partenza di Carlos non è stata perfetta, ma poi ha messo in atto un grande recupero arrivando a lottare con Perez fino al termine della gara. Sapevamo che nel finale noi saremmo stati su pneumatici Hard mentre Checo sarebbe stato sulle Soft: il nostro proposito con Carlos era mettergli pressione e l’abbiamo fatto fino all’ultimo giro ma non è stato abbastanza”.

Foto: Scuderia Ferrari

Articoli correlati

Ferrari nel pallone: l’errore negli aggiornamenti potrebbe costare carissimo

Situazione difficilissima in casa Ferrari: ora il team di...

La storia di François Cévert, il pilota dagli occhi color cielo

Il nostro racconto su François Cévert, pilota di Formula...

UFFICIALE: ecco la Red Bull RB17, la nuova hypercar di Adrian Newey!

Presentata a Goodwood la RB17, la prima Hypercar di...

Ferrari-Newey, è finita? La sfida sembra essere tra McLaren e Aston Martin

Pare che la trattativa Ferrari-Newey si sia arenata: l'inglese...
Stefano Zambroni
Lecco, 21 yo | Founder di GPKingdom | Content creator (@zambro.gpk) | Amante di sport e motorsport