Tracollo McLaren a Las Vegas: entrambi i piloti fuori dal Q1!

Clamoroso colpo di scena a Las Vegas, con le due McLaren di Norris e Piastri fuori in Q1, solamente in P16 e P19

Di botto, un’incredibile doccia ghiacciata scende su McLaren. In una notte già gelata come quella di Las Vegas (solo 17 gradi di asfalto e 15 di aria), McLaren non va oltre un’incredibile sedicesima posizione. Entrambi i piloti infatti, in modo clamoroso se consideriamo le ultime uscite, non hanno centrato il passaggio al Q2. Se Norris lamentava di aver avuto troppo traffico che gli è costato un giro, non si sono riscontrate particolari recriminazioni da Oscar Piastri. Per l’australiano è il peggior risultato di sempre nella sua prima avventura in F1.

Flop McLaren a Las Vegas, con Lando Norris eliminato così come Oscar Piastri
Flop McLaren a Las Vegas, con Lando Norris eliminato così come Oscar Piastri

Risultato della McLaren che rievoca i fantasmi dell’inizio stagione e della scorsa, con un occhio di riguardo incredulo all’evoluzione ottenuta dall’Austria in poi in questo 2023. E si è ancor più increduli se si guarda alla scelta del box di tenere in pista Piastri, che ha girato con lo stesso set di gomme per ben 10 giri. Scelta incomprensibile per risparmiare un set, a prova di quanto tutto il muretto non si aspettasse questo tonfo.

I motivi del calo

Che il GP di Las Vegas fosse atteso come meta indigesta era risaputo per McLaren. Le frecce arancioni, che dalla gara di Silverstone adottano un carico aerodinamico molto possente, hanno sempre dimostrato grande stabilità. Il tutto, riducendo drasticamente le velocità sul rettilineo e pagando dazio su piste come Spa o Monza. Las Vegas, nota appunto per i suoi infiniti rettilinei e la quasi assenza di curve, era quindi bollata come pista “no” per la casa di Woking.

Al termine della sessione, Norris si è lasciato andare così: “È stata una notte difficile su un circuito difficile”, ha affermato l’inglese. “Penso che siamo molto lontani da dove siamo stati negli ultimi weekend, ma probabilmente dove ci aspettavamo. È una situazione simile a quella di Monza e di altri circuiti a bassa deportanza.Pista molto scivolosa, non ci aspettavamo di essere però così lenti e lontani dalla pole, ha detto invece Piastri.

Alba Modellismo

NOVITÀ! IN OCCASIONE DEL NATALE, VI OFFRIAMO UNO SCONTO DEL 10% SU TUTTI I MODELLINI: CLICCA SU QUESTO LINK PER ACQUISTARE!

In una notte tinta di rosso in quel di Las Vegas, il gettone arancione è ancora fuori uso. La roulette non è stata abbastanza fortunata questa volta, ma un tonfo così profondo, traffico o meno, era imprevedibile. Solo la domenica potrà salvare un finale di stagione che ha poco da dire, ma che dovrà lanciare un segnale di presenza ai rivali. Ecco perché McLaren domani deve tornare ad essere McLaren.

Foto: F1, McLaren F1 Team

Articoli correlati