Jorge Martin e il traguardo che insegue con la vittoria del mondiale

Se Jorge Martin dovesse vincere il mondiale entrerebbe di fatto nella storia, inseguendo un record raggiunto finora da pochi

Siamo ormai agli sgoccioli della stagione 2023 del motomondiale. E come lo scorso anno, il titolo Motogp non è stato ancora assegnato e neanche, in un certo senso, ipotecato. Jorge Martin e Pecco Bagnaia – attuale campione in carica – sono i due piloti che occupano le prime due caselle del mondiale ad una distanza minima: 389 punti per l’italiano e 376 per Jorge.

I tre sfidanti al mondiale 2023: Pecco Bagnaia, Jorge Martin e Brad Binder
I tre sfidanti al mondiale 2023: Pecco Bagnaia, Jorge Martin e Brad Binder

Le ultime gare

Seppur Bagnaia ha avuto su per giù il controllo del campionato fino a qualche round fa, Martinator” sta
facendo tremare il pilota ufficiale Ducati nell’ultimo periodo
, che si vede alle strette dopo le ottime
prestazioni dello spagnolo tra Indonesia e Thailandia
.

Pecco non molla un millimetro e dimostra la sua maturità. In Thailandia ha chiuso secondo in gara alle spalle proprio di Martin, seppur non partendo da una ottima posizione. In Australia – dove si è svolta solo la gara
completa che è stata anticipata al sabato per condizioni meteo avverse – arriva secondo dietro a Zarco, al
contrario dello spagnolo che finisce il round in quinta piazza.

Il club dei campioni nei team non ufficiali

Se Martin vincesse il titolo mondiale 2023 entrerebbe di diritto tra quei piloti che hanno trionfato pur non disponendo di una moto factory. Anche se sappiamo, come ha specificato Gigi Dall’Igna, che la moto
Pramac del numero #89 dispone delle stesse specifiche e aggiornamenti tecnici della Desmosedici di Pecco.

Il team Pramac Racing dopo la Sprint in Thailandia
Il team Pramac Racing dopo la Sprint in Thailandia

Dal 1949 al 1977 tutti i vincitori del titolo della classe regina gareggiarono per una squadra ufficiale. Da
allora, solo alcuni piloti di team indipendenti hanno vinto il campionato, tra loro: Kenny Roberts e Eddy
Lawson

Il primo fu il tre volte campione del mondo e proprio uno su moto non ufficiale. Roberts aveva un contratto con la Yamaha USA , non con la Yamaha Japan. Per capirci la sua squadra gestiva
la iconica moto con livrea gialla, bianca e nera.

Per quanto riguarda Lawson ha trionfato ben quattro volte ed è stato una delle bandiere del mitico team
Cagiva.

Alba Modellismo

CLICCA SU QUESTO LINK PER ACQUISTARE MODELLINI A PREZZI SCONTATISSIMI (CODICE ‘GPK5’ PER AVERE IL 5% DI SCONTO)

Lawson vinse i titoli MotoGP del 1984, 1986 e 1988 per la Marlboro Yamaha, per poi litigare con il proprietario
del team Giacomo Agostini per motivi di denaro e firmare nel 1989 con una squadra Honda,
gestita dal grande Erv Kanemoto. E proprio su questa moto si confermò ancora una volta campione.

Nella lotta odierna tra Pecco e Martin però c’è un fattore che rende il tutto più romantico ed è il fatto che
mai prima d’ora un pilota del team ufficiale e un pilota del team indipendente dello stesso produttore
hanno combattuto per il titolo.
Staremo a vedere cosa succederà in questi ultimi tre round del
motomondiale che vedranno i piloti scendere nelle piste di Malesia, Qatar e Valencia.

FOTO: Pramac Racing, Press KTM

Ultimi articoli

Polemica sul podio di Sainz in Bahrain: ecco cosa è successo

Un terzo posto che ha fatto felice lo spagnolo,...

Peugeot 9X8 in Qatar, un’altra batosta: arriva la squalifica! Ecco il perché

Continua a piovere sul bagnato per Peugeot 9X8 in...

L’ANALISI: c’è un problema ritiri in F1. Ora serve cambiare

Ormai è sempre più problema ritiri in F1: per...

POST GARA: tutte le interviste del GP del Bahrain 2024

Gran Premio del Bahrain 2024: le dichiarazioni dei protagonisti

Da non perdere

Polemica sul podio di Sainz in Bahrain: ecco cosa è successo

Un terzo posto che ha fatto felice lo spagnolo,...

Peugeot 9X8 in Qatar, un’altra batosta: arriva la squalifica! Ecco il perché

Continua a piovere sul bagnato per Peugeot 9X8 in...

L’ANALISI: c’è un problema ritiri in F1. Ora serve cambiare

Ormai è sempre più problema ritiri in F1: per...

POST GARA: tutte le interviste del GP del Bahrain 2024

Gran Premio del Bahrain 2024: le dichiarazioni dei protagonisti

1812Km del Qatar: Porsche vince la gara inaugurale del WEC! Ecco il riassunto

Porsche vince la 1812Km dopo 335 giri di gara:...

Polemica sul podio di Sainz in Bahrain: ecco cosa è successo

Un terzo posto che ha fatto felice lo spagnolo, ma meno qualche tifoso social: è polemica sul primo stagionale podio di Sainz in BahrainÈ...

Peugeot 9X8 in Qatar, un’altra batosta: arriva la squalifica! Ecco il perché

Continua a piovere sul bagnato per Peugeot 9X8 in Qatar: prima la perdita del podio, poi la squalifica! Ma capiamo cosa è successo...Boccone amaro...

L’ANALISI: c’è un problema ritiri in F1. Ora serve cambiare

Ormai è sempre più problema ritiri in F1: per la prima volta nella storia, nessuno ha terminato anzitempo la gara inaugurale del mondiale. E...