Logan Sargeant a punti ad Austin: è la svolta per il suo futuro?

La situazione di Logan Sargeant non è delle migliori: ad Austin, però, è arrivato un risultato cruciale per il futuro dell’americano…

Logan Sargeant è reduce da una stagione da rookie non delle più brillanti: prima del GP di Austin di domenica era in ultima posizione in classifica, con 0 punti a causa di un’altalena tra buone prestazioni ed errori gravi.
Lo statunitense è infatti reduce da una serie di gare da dimenticare:

  • In Olanda, dopo il primo Q3, va a muro sia in qualifica, sia in gara (a causa di un problema al brake-by-wire);
  • A Monza non è competitivo nonostante una vettura molto performante e un Albon molto avanti in classifica;
  • A Singapore finisce penultimo;
  • In Giappone va a muro in qualifica e non termina la gara;
  • In Qatar commette un errore che lo porta al DNF nella Sprint Race e in gara si ritira (nonostante le motivazioni fossero fisiche).
Logan Sargeant ad Austin
Logan Sargeant ad Austin

Logan arriva a casa sua, gli Stati Uniti, con una forte pressione addosso: l’obiettivo è sempre quello di portare punti alla scuderia di Grove, ruolo ricoperto finora solo da Alex Albon.
Sargeant inizia il weekend sottotono: ultimo nella qualifica della gara e ultimo nella qualifica della sprint e durante la gara breve nulla migliora.
A causa della partenza dalla pit-lane della Haas e delle Aston Martin, Logan scatterà dalla sedicesima casella.
L’americano conduce una ottima gara: passo molto simile a quello del compagno di squadra e ottime battaglie. Finisce dodicesimo a poco più di 2 secondi da Albon (complici i 5 secondi di penalità per il Thailandese), ma l’ordine non è finito qui: come sappiamo nella notte Leclerc ed Hamilton vengono squalificati perciò Logan guadagna un punto, è in P10. Questo punticino può far bene al suo morale oltre che essere simbolico.

Cosa cambia dopo Austin?

Il futuro di Logan è ancora incerto, ma a causa di questioni legate agli sponsor Saregant verrà riconfermato, oltre a possedere un potenziale che non sempre è sbocciato in questo 2023. Alcuni piloti di sicuro meritano un contratto, ma la F1, come sappiamo, non è sempre giusta e molte volte si scelgono piloti meno talentuosi ma che portano più sponsor (come nel caso di Giovinazzi in Alfa Romeo nel 2022 ai danni di Zhou).

CLICCA SU QUESTO LINK PER ACQUISTARE MODELLINI A PREZZI SCONTATISSIMI (CODICE ‘GPK5’ PER AVERE IL 5% DI SCONTO)

Sono il breve futuro ci dirà chi dei candidati sarà in Williams l’anno prossimo: l’obiettivo di Logan, ora, è quello di chiudere le ultime quattro gare nel migliore dei modi.

Foto: Williams F1 Team

Articoli correlati