Martin ha riaperto il mondiale? Marco Melandri non è d’accordo

Complice la caduta di Bagnaia, Jorge Martin ha riaperto il mondiale: non tutti però sono d’accordo, come ad esempio Marco Melandri…

Il campionato mondiale della MotoGP sembra essersi riaperto, con Jorge Martin e Marco Bezzecchi che sono rispettivamente a 13 e 44 punti di distacco dal leader attuale, ovvero il campione del mondo in carica della MotoGP Francesco “Pecco” Bagnaia: un opinione che, però, non è condivisa da Marco Melandri.

Jorge Martin al GP d'India
Jorge Martin al GP d’India

In merito alla questione hanno parlato tantissimi appassionati, ma ovviamente anche tanti esperti, tra cui un pilota in particolare che è diventato famoso anche per i suoi commenti social dopo ogni gara o dopo qualsiasi cosa che accade in pista. Stiamo parlando, come detto, di Marco Melandri.

LE PAROLE DI MARCO MELANDRI

Se Martin ha riaperto il mondiale? Beh, sulla carta assolutamente sì. Io però non ci credo. Nelle prossime gare, così per magia, vedo Jorge un po’ in difficoltà. Tra l’altro vorrei dire che è interessante la dinamica della caduta di Bagnaia, perché proprio subito dopo la curva a destra si arriva ad un destra-sinistra. Quasi tutti i piloti lo facevano in seconda marcia, come per esempio Bezzecchi, Martin, Marquez e Quartararo… Pecco invece era l’unico che usava la terza. Probabilmente ha preso un cambio d’asfalto o una buca, o perlomeno qualcosa di simile; però c’è da sottolineare che con una marcia in più si tende ad avere meno freno motore. Secondo me quando ha spinto di più si è trovato in difficoltà, quindi automaticamente ha fatto quell’errore.”

Bezzecchi invece sta attraversando uno stato di forma eccezionale, quando era davanti si trovava nella sua “comfort-zone”, senza che nessuno si potesse avvicinare. Bez mi piace da matti: mai una sbavatura, sembra quasi che vada a spasso, sta guidando veramente da paura. Martin e Bagnaia sono più estremi sulla moto, invece Bezzecchi calcola sempre tutto. Per Bagnaia è un momento difficile, anche perché la moto viene sviluppata in continuazione, ma lui essendo da solo nei box (senza Enea), fa molta fatica. In quest’ultima parte di stagione io lo lascerei tranquillo“.

Foto: Ducati Prima Pramac

Articoli correlati

Giacomo Vacchi
Giovane giornalista e scrittore di articoli inerenti al mondo del motorsport, specialmente MotoGP e F1.