Occhio, Mercedes: Russell e Hamilton sono ai ferri corti?

George Russell e Lewis Hamilton sembrano non essere così tranquilli come sembrava a inizio 2022: attenta, Mercedes…

In casa Mercedes il clima sembra essere molto meno disteso di quanto si lasci sembrare.
Andando dritti al punto: i due piloti non vogliono lottare per basse posizioni, e in aggiunta George Russell non sembra voler fare il secondo di Lewis Hamilton, e essere continuamente dietro al 7 volte campione ora inizia a pesare.

Il rifiuto e poi l'ordine di scuderia dato a Russell su Hamilton
Il rifiuto e poi l’ordine di scuderia dato a Russell su Hamilton

A Suzuka, prima i due si sono dati battaglia in pista per ben due volte (con Hamilton che la seconda volta ha portato Russell fuori pista), poi il numero 63 si è rifiutato di far passare Sir Lewis, fino al doppio messaggio di Mercedes: “George, questo è un ordine: lascia passare Lewis!.
Nel corso dell’anno, invece, sono stati diversi gli episodi dove Russell è stato “d’intralcio” alla leggenda di Stevenage, che continua però a cercare di mantenere unita la squadra.

Basti pensare anche a Singapore: il passo gara sul finale di Hamilton era decisamente più veloce di quello di George Russell, e quella che può sembrare una “vittoria mancata” è più un’occasione sprecata, poichè il 44 sembrava avere il passo per superare sia Norris, sia Sainz.

E per il futuro…

Perché “sta per scoppiare una bomba”? Entrambi hanno un contratto fino al 2025, e sembra difficile non rivedere Mercedes in testa fino a quella data. Se la W15 dovesse rivelarsi una potenziale vettura da titolo, servirà un magistrale lavoro di un maestro del team management come Toto Wolff ad evitare un Hamilton VS Rosberg 2.0.

Foto: Mercedes AMG Petronas F1 Team

Articoli correlati

Stefano Zambroni
Lecco, 21 yo | Founder di GPKingdom | Content creator (@zambro.gpk) | Amante di sport e motorsport